CIO’ CHE DISSI A VICTOR FRANKENSTEIN SOPRA IL VILLAGGIO DI CHAMONIX: UN’INTERPRETAZIONE DELLA RABBIA TRANSGENDER

Traduzione a cura di feminoska di My Words to Victor Frankenstein Above the Village of Chamounix: Performing Transgender Rage (1) di Susan Stryker, pubblicata originariamente sul numero 21 di Liberazioni Mostri (e) queer (estate 2015). Ultima revisione a cura di Les Bitches. L’opera riprodotta è Valentine’s Day di  Greer Lanktonper. Nota introduttiva Lo scritto qui proposto è […]

Continua a leggere "CIO’ CHE DISSI A VICTOR FRANKENSTEIN SOPRA IL VILLAGGIO DI CHAMONIX: UN’INTERPRETAZIONE DELLA RABBIA TRANSGENDER"

SOLIDARIETA’ OLTRE I CONFINI DI SPECIE

Inquadrare la questione degli “animali senza frontiere” nell’ambito del pensiero femminista transnazionale significa domandarsi chi detenga il potere di creare e smantellare confini – degli stati-nazione e delle pareti dei macelli – e chi abbia il potere di attraversarli a piacimento. La regolamentazione dei luoghi e delle tecnologie emergenti ha portato ad una mobilità accresciuta per pochi, e alla stasi ed immobilità per tutti gli altri. I confini eretti per contenere gli animali allevati negli spazi a loro assegnati sono perpetuati dal discorso normalizzante, in modo tale da mantenere l’ordine e la gerarchia sociale/di specie. Dalle rivoluzioni globali alle fughe di animali non umani, ogni segnale di rivolta o attività che minaccia l’egemonia dello stato-nazione diventa il bersaglio del discorso pubblico dei mass media, funzionale ad estinguere tali rivolte.

Continua a leggere "SOLIDARIETA’ OLTRE I CONFINI DI SPECIE"

MANIFESTO TRANSFEMMINISTA

Il transfemminismo è prima di tutto un movimento fatto da e per le donne trans che riconoscono che la propria liberazione è intrinsecamente legata alla liberazione di tutte le altre donne, e che si estende ancora più in là. È, inoltre, un movimento aperto alle persone queer, intersex, agli uomini trans, alle donne non-trans, agli uomini non-trans e a tutt* coloro che siano solidal* nei confronti dei bisogni delle donne trans, e che considerino l’alleanza con le donne trans come una parte essenziale della loro stessa liberazione.

Continua a leggere "MANIFESTO TRANSFEMMINISTA"

ESTETICA ALIENA: XENOFEMMINISMO E ANIMALI NON UMANI

Il primo passo da intraprendere nell’inclusione degli animali non umani è la demolizione dei dualismi che separano la natura dalla tecnologia e che sono alla base delle gerarchie di oppressione che imitano le strutture patriarcali, eurocentriche e coloniali dalle quali sono nate. Ponendosi in continuità con tale separazione, lo xenofemminismo non riesce a parlare da un punto di vista impersonale, metamorfico e non essenzializzato, come si propone di fare. Al contrario, si esprime a partire da una posizione di potere consolidata ed esclusiva.

Continua a leggere "ESTETICA ALIENA: XENOFEMMINISMO E ANIMALI NON UMANI"

QUEERIZZARE LA DIFFERENZA DI SPECIE -SECONDA PARTE

Continua da qui. HABITATS ARE LIMITED In Habitats are Limited, porto avanti la mia ricerca sulle espressioni incarnate di ecologia queer. Habitats are Limited esplora, utilizzando sia stampe 2D che installazioni, l’empatia queer verso gli animali attraverso una modalità gestuale. All’inizio del progetto, le/i partecipanti riflettono sulle proprie esperienze di marginalizzazione in quanto soggetti queer, persone […]

Continua a leggere "QUEERIZZARE LA DIFFERENZA DI SPECIE -SECONDA PARTE"