Estetica aliena: xenofemminismo e animali non umani

Il primo passo da intraprendere nell’inclusione degli animali non umani è la demolizione dei dualismi che separano la natura dalla tecnologia e che sono alla base delle gerarchie di oppressione che imitano le strutture patriarcali, eurocentriche e coloniali dalle quali sono nate. Ponendosi in continuità con tale separazione, lo xenofemminismo non riesce a parlare da un punto di vista impersonale, metamorfico e non essenzializzato, come si propone di fare. Al contrario, si esprime a partire da una posizione di potere consolidata ed esclusiva.

Read more "Estetica aliena: xenofemminismo e animali non umani"

QUEERIZZARE LA DIFFERENZA DI SPECIE -SECONDA PARTE

Continua da qui. HABITATS ARE LIMITED In Habitats are Limited, porto avanti la mia ricerca sulle espressioni incarnate di ecologia queer. Habitats are Limited esplora, utilizzando sia stampe 2D che installazioni, l’empatia queer verso gli animali attraverso una modalità gestuale. All’inizio del progetto, le/i partecipanti riflettono sulle proprie esperienze di marginalizzazione in quanto soggetti queer, persone […]

Read more "QUEERIZZARE LA DIFFERENZA DI SPECIE -SECONDA PARTE"

QUEERIZZARE LA DIFFERENZA DI SPECIE

Il corpus del lavoro qui presentato prende in esame la potenzialità insita nell’inclusione degli animali in una comunità biopolitica pensata ex novo. […] Le narrazioni queer vengono ricollocate in una comunità multispecie impegnata politicamente, nella speranza di scardinare la gerarchia intrinseca alle prospettive umane dominanti sulla soggettività animata.

Read more "QUEERIZZARE LA DIFFERENZA DI SPECIE"

(Ri)produrre futuri senza futurità riproduttiva. Ecologie xenofemministe

È il bambino che ci rassicura di fronte a un futuro disumano. Si tratta di una trappola che rischia di far inciampare chiunque cerchi di pensare il futuro. Molte inquietudini nei riguardi del bambino, così spesso fatto coincidere con un mondo ancora a venire, tendono a sostenere ideologie eterosessiste e strutture familiari nucleari monogame, come risultato accidentale della schematizzazione discorsiva che informa il nostro mondo culturale.

Read more "(Ri)produrre futuri senza futurità riproduttiva. Ecologie xenofemministe"

Teoria della donna malata

Perché una volta che siamo malat* e costrett* a letto, a scambiarci esperienze di terapia e a darci conforto reciproco, a formare gruppi di sostegno, facendoci portavoce l’un* l’altr* dei racconti dei nostri traumi, dando massima priorità alle cure e all’amore nei confronti dei nostri corpi malati, doloranti, costosi, sensibili e fantastici e non rimane nessun* che vada a lavorare, forse, allora, finalmente, il capitalismo arriverà stridendo alla tanto necessaria, tanto attesa, tanto fottutamente meravigliosa fine.

Read more "Teoria della donna malata"

MANIFESTO XENOFEMMINISTA

Il nostro è un mondo in vertigine. È un mondo che brulica di mediazione tecnologica e interlaccia la nostra vita quotidiana con l’astrazione, la virtualità e la complessità. XF costruisce un femminismo adattato a queste realtà: un femminismo di astuzia, scala e visione senza precedenti.

Read more "MANIFESTO XENOFEMMINISTA"